Mi è capitato per le mani il primo numero di "Star Observer", la pubblicazione a dispense di DeAgostini indirizzata ai neofiti dell'astronomia. 

http://www.deagostini.com/it/collezioni/costruisci-telescopio-digitale-star-observer/

L'idea di partenza mi sembra buona: ogni fascicolo introduce gradualmente l'aspirante astrofilo al mondo dell'astronomia, fornendo nozioni di base via via più avanzate. Ad ogni fascicolo, poi è allegato un componente di un piccolo telescopio da montare in casa, lo Star Observer appunto. Si tratta di un riflettore Newton da 114mm focale 1000mm in montatura altazimutale computerizzata e controllabile da remoto con una applicazione da installare su smartphone.

Si tratta quindi del classico telescopio per chi inizia a orientarsi nel mondo del'astronomia; io stesso, molti anni fa, avevo compiuto alcune delle mie prime osservazioni con il classico "114", a quell'epoca con una traballante montatura equatoriale e un piccolo motorino elettrico per inseguire le stelle.

La DeAgostini aveva già proposto, mi pare nel 2006,  un'altra edizione della stessa pubblicazione, allegato alla quale si trovava l'onnipresente "114", in quel caso dotato di una montatura equatoriale EQ3, a mio avviso solo poco meno traballante dell'antica montatura che usavo io tanti anni prima.

Ma i tempi, per fortuna, sono cambiati, e il nuovo Star Observer è dotato di montatura computerizzata, sicuramente migliore della EQ3, anche se non posso darne un giudizio, non avendo potuto provarla.

In conclusione, come dicevo in apertura, penso possa trattarsi di una buona opzione per il neofita che parte da zero nello studio dell'astronomia...

Unico neo - grosso neo secondo me -  è il costo dell'opera: in tutto sono 70 fascicoli, per un totale di circa 700 euro, compreso il telescopio. Peccato che lo stesso telescopio - o uno simile - sia facilmente acquistabile, già montato e pronto all'uso, per circa 400 euro. Non sono sicuro che il valore aggiunto delle dispense compensi la differenza nel costo totale. Secondo me, se la DeAgostini proponesse qualche forma di abbonamento con un adeguato sconto sul pagamento anticipato delle dispense - come per tutti gli abbonamenti - si avrebbe una pubblicazione di argomento astronomico molto più appetibile per tutti.

 

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

  
EU Cookie Directive Module Information